Proposta di orientamento Scuola Sant'Anna di Pisa - progetto ME.MO.

ME.MO.

Merito e Mobilità sociale: un programma di orientamento per studenti del IV anno

di alto merito provenienti da contesti socio-economici fragili

PRESUPPOSTI

La mobilità sociale in Europa, e ancor più in Italia, attraversa un periodo di preoccupante crisi e condiziona seriamente l’equità dei processi di sviluppo del nostro Paese. Le scelte individuali – ad esempio l’ingresso nel mondo del lavoro o la prosecuzione degli studi – sono influenzate dalla presenza (o meno) delle fonti di reddito e del contesto culturale della famiglia di appartenenza.

La famiglia di origine, in maniera più o meno consapevole, svolge un ruolo rilevante nelle scelte di istruzione, lavorative e di vita. In questo contesto non è solo la mobilità sociale a trovare difficilmente applicazione, ma è anche la stessa valorizzazione del merito a non essere più garantita in modo equo ed inclusivo mettendo a rischio il dettato costituzionale dell’art. 34 che vuole assicurare ai “capaci e meritevoli” pari opportunità nell’accesso ai più alti livelli degli studi.

Se si considerano i livelli di istruzione dei padri e delle madri dei laureati analizzati da AlmaLaurea (XXI Indagine – Profilo Laureati 2018), si osserva che il 29,9% ha almeno un genitore con un titolo di studio universitario (nel 2008 era il 25,5%). I laureati di origine sociale meno favorita, ossia i cui genitori svolgono professioni esecutive (operai ed impiegati esecutivi), nel 2018 sono solo il 21,6%. Pur nella loro schematicità, questi dati rispecchiano efficacemente il peso dell’origine sociale sulle scelte, sulla durata e sulle possibilità di completare con successo un percorso di studi universitari.

Partendo da tali premesse, nel triennio 2013 – 2016, la Scuola Superiore Sant'Anna ha realizzato un progetto sperimentale di orientamento in collaborazione con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) che ha coinvolto 290 studenti di licei, istituti tecnici e professionali di cinque regioni d’Italia, tutti accumunati dalla provenienza da famiglie a bassa scolarizzazione parentale. “Tutorati” e accompagnati dagli allievi della Scuola Superiore Sant’Anna in un percorso di coaching “peer to peer” dalla terza classe fino al conseguimento del diploma, gli studenti partecipanti al progetto “Mobilità Sociale e Merito” hanno riportato votazioni eccellenti agli esami di maturità e in quasi il 90% dei casi hanno deciso di iscriversi all’università. e in quasi il 90% dei casi hanno deciso di iscriversi all’università. Si tratta di dati sorprendenti se si considera che ad oggi solo il 22% dei laureati in Italia proviene da contesti socio-economici meno favoriti e i laureati continuano ad essere figli di laureati che nelle fasce di età 45-65 anni costituiscono il 13% della popolazione (fonte Almalaurea).

Alla luce della positiva esperienza e dei significativi risultati raggiunti, la Scuola Superiore Sant'Anna, attraverso il progetto ME.MO. intende dare continuità alla sperimentazione realizzata e non solo: vuole offrire un punto di riferimento per le scuole secondarie superiori, gli insegnanti, gli studenti e le loro famiglie per dare forza ai valori del merito e dell’equità nell’accesso agli studi universitari.

IL PROGETTO

Il Progetto ME.MO. si configura come un progetto PCTO (ex Alternanza Scuola Lavoro) completamente gratuito e si propone di accompagnare verso la scelta universitaria un numero selezionato di studenti di merito del penultimo anno della scuola secondaria superiore provenienti contesti socio-economici svantaggiati attraverso un percorso di orientamento articolato in momenti di orientamento informativo, percorsi formativi e di crescita personale, lavori di gruppo, workshop e attività di didattica orientante.

All’edizione 2019 – 2020 saranno ammessi 120 studenti con un profilo personale e scolastico di alto merito, provenienti da un contesto socio-economico svantaggiato, selezionati a livello nazionale sulla base delle segnalazioni ricevute dalle scuole secondarie superiori di tutta Italia.

NUMERO DI STUDENTI DA SEGNALARE

Ogni scuola secondaria superiore è chiamata ad individuare gli studenti e le studentesse a cui richiedere di presentare la propria candidatura al Progetto ME.MO. tenuto conto dei seguenti criteri:

-        risultati scolastici: media finale del III anno (a.s. 2018 – 2019) uguale o superiore a 8/10;

-        profilo personale: attività integrative del percorso scolastico (ad esempio partecipazione a gare, olimpiadi, certamina), attività extra scolastiche (come musica, attività sportive, volontariato ecc.);

-        bassa scolarizzazione dei genitori.

Il numero massimo di segnalazioni di cui ogni scuola dispone è proporzionale al numero delle sezioni del penultimo anno, e prevede l’invio di 1 segnalazione ogni 3 sezioni (Es: da 1 a 3 sezioni: 1 studente, da 4 a 6 sezioni: 2 studenti, ecc..). Nel caso di istituti con più sedi o indirizzi, il numero delle sezioni si riferisce alla struttura nel suo complesso).

MODALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

1.       Dopo aver individuato gli studenti e le studentesse da segnalare, la scuola fornirà a ciascuno di loro le indicazioni per la registrazione della domanda di partecipazione che dovrà essere effettuata online collegandosi all’indirizzo riservatowww.santannapisa.it/progettomemo.

Per motivi di sicurezza si prega di fornire tale indirizzo solo agli studenti e alle studentesse da voi individuati raccomandandone l’uso riservato.

Al primo accesso allo studente o alla studentessa verrà richiesto di registrarsi (“REGISTRATI” in alto a sinistra) per impostare il proprio ID e password; questo gli consentirà di rientrare più volte nell’applicativo e registrare in più sessioni la candidatura. Il sistema consente di allegare alla domanda documenti/certificazioni a supporto delle informazioni inserite.

SCADENZA PER L’INSERIMENTO DELLE CANDIDATURE DEGLI STUDENTI15 ottobre

2.       Una volta completata la registrazione della candidatura, lo studente o studentessa ne darà comunicazione alla scuola che dovrà procedere alla sua validazione secondo la seguente procedura:

·         collegarsi al sito www.santannapisa.it/scuole;

·        accedere alla sezione riservata 

·         verificare le informazioni riportate e validare le candidature tenuto conto del numero massimo previsto per ogni scuola.

SCADENZA PER LA VALIDAZIONE DELLE CANDIDATURE DA PARTE DELLE SCUOLE16 ottobre

Si ricorda che saranno accolte solo le candidature regolarmente validate.

SELEZIONE

La selezione sarà effettuata da una Commissione nominata dalla Rettrice della Scuola.

Sulla base delle candidature ricevute, la Commissione procederà ad individuare i candidati da ammettere ai Corsi esprimendo una valutazione in 100esimi sulla base dei seguenti criteri:

·         Risultati scolastici (media uguale o superiore a 8/10): viene valutata la media finale del III anno. La media è calcolata includendo tutte le materie (compresi il comportamento e le scienze motorie e sportive) escludendo il voto di religione, essendo questa una materia facoltativa; fino ad un massimo di 25 punti

·         Interessi personali ed attività extracurriculari certificate; fino ad un massimo di 10 punti

·         Partecipazione a competizioni scolastiche di vario genere o ad altre iniziative/attività formative per le quali è prevista una selezione in ingresso; fino ad un massimo di 15 punti

·         Scolarità dei genitori; fino ad un massimo di 50 punti

Tali criteri saranno integrati da ulteriori elementi legati all’equilibrio di genere, alla ripartizione territoriale e alla tipologia di scuole al fine di costituire un gruppo bilanciato ed altrettanto articolato, in modo da valorizzare al massimo la contaminazione di esperienze personali e realtà di provenienza.

ESITO DELLA SELEZIONE, AMMISSIONE AL CORSO E AVVIO DELLE ATTIVITA’

L'elenco degli studenti e delle studentesse selezionati sarà pubblicato sul sito web della Scuola Superiore Sant'Anna e comunicato a tutte le scuole che hanno collaborato al processo di selezione dei partecipanti entro il 31 ottobre.

Entro il 10 novembre la Scuola Superiore Sant'Anna provvederà ad inviare ai 120 studenti selezionati ammessi al corso e alle rispettive scuole di provenienza le modalità di adesione e il programma dettagliato delle attività. Il primo incontro territoriale si svolgerà entro il 30 novembre.

IL PROGRAMMA: ARTICOLAZIONE E CALENDARIO

Al momento dell’avvio delle attività i 120 partecipanti saranno suddivisi in piccole squadre di circa 10 studenti organizzate su base territoriale/regionale. Ogni squadra sarà seguita da due allievi tutor della Scuola Superiore Sant'Anna. Il kick off del progetto avverrà con un primo incontro territoriale entro il 30 novembre p.v., dando inizio ad un percorso di orientamento e mentoring strutturato secondo lo schema sottostante che accompagnerà gli studenti fino all’inizio della quinta, verso il traguardo dell’esame di maturità e dell’ingresso all’università.

Il progetto formativo prevede un impegno complessivo compreso fra 90 e 120 ore per ogni studente (di cui 40 ore in presenza e almeno 50 ore di coaching e mentoring in remoto) e si articola lungo le seguenti linee di intervento:

-        Orientamento informativo - Presentazione dell’offerta dei corsi di studio universitari e delle diverse modalità di accesso; borse di studio e sbocchi occupazionali, ecc.

-        Lavori di gruppo e coaching e peer–to–peer mentoring - Gli studenti saranno chiamati a lavorare insieme, confrontandosi e mettendo in campo le proprie conoscenze. Durante l’intero percorso gli studenti saranno affiancati dagli allievi tutor della Scuola Superiore Sant'Anna a cui è affidato un ruolo attivo e centrale all’interno dell’intero progetto come mentor e coach in grado di trasmettere non solo informazioni e conoscenze, ma soprattutto una testimonianza attiva in grado di trasmettere esperienze ed emozioni secondo il modello della peer-education.

-        Preparazione ai test universitari - Gli studenti provenienti da contesti socio-culturali più fragili presentano elevate asimmetrie informative e una bassa consapevolezza dei propri mezzi, elementi questi che di fatto riducono le possibilità di valorizzazione dei talenti individuali. Questo diventa ancora più evidente nel superamento di test e prove di accesso ai corsi universitari, motivo per cui all’interno del percorso abbiamo inserito una sezione dedicata alla presentazione dei test di accesso.

-        Internship presso la Scuola Superiore Sant’Anna - Nella fase intermedia del percorso – tra il primo e il secondo incontro a livello regionale – gli studenti prenderanno parte ad un programma di internship residenziale presso la Scuola. Saranno realizzate 5 iniziative della durata di 4 giorni, cadenzate nel periodo primaverile 2020. Ad ogni corso parteciperanno 20 studenti provenienti dai diversi gruppi territoriali che saranno seguiti da 4 allievi. Il corso sarà articolato in tavole rotonde multidisciplinari, presentazione di progetti di ricerca, attività di gruppo e sessioni di orientamento individuale con docenti e ricercatori. Gli studenti avranno l’opportunità di visitare i laboratori di ricerca della Scuola e di vivere l’”esperienza Sant’Anna” usufruendo dei servizi collegiali (collegio, mensa, ecc..) e prendendo parte alle attività culturali e ricreative degli allievi.

-        Fase conclusiva - Le attività in presenza si concluderanno all’inizio del V anno mentre quelle di mentoring da parte degli allievi potranno proseguire saltuariamente con dei contatti periodici in modo da verificare l’evoluzione della scelta universitaria e, laddove necessario, fornire ulteriori consigli e suggerimenti. Nel mese di settembre 2021 sarà inviato un questionario a tutti i partecipanti per monitorare i risultati dell’esame di maturità e la successiva scelta post-diploma al fine di disporre dei dati utili alla valutazione finale del progetto.

INQUADRAMENTO FORMALE DEL PROGETTO (PCTO)

La partecipazione degli studenti al progetto – previa intesa con ogni singola scuola di provenienza – potrà essere formalizzata all’interno dei “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO)” che hanno sostituito e ridefinito i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro.

In questo modo sarà possibile inserire il percorso di coaching e mentoring in una architettura procedurale omogenea (convenzione con le scuole, progetto formativo dello studente, autorizzazioni, registro e certificazione delle attività svolte e competenze acquisite, ecc). Sarà comunque possibile individuare anche altre modalità per la formalizzazione dell’adesione degli studenti al progetto da concordare in base alle specifiche esigenze delle scuole di provenienza.

Per informazioni:

Scuola Superiore Sant’Anna

www.santannapisa.it/it/progetto-memo-0

Servizio Orientamento – Progetto ME.MO.

Email memo@santannapisa.it

Tel. 050 883706/271